Contributo di Vigilanza 2021

Con Decreto del MEF in data 9 settembre 2021 sono state stabilite le seguenti quote per il contributo di vigilanza dovute:

(dovuto dai soggetti iscritti al RUI - sia operativi che inoperativi - alla data del 30.5.2021):

Lettera A o B: persone fisiche Euro 40,00;

Lettera A o B: persone giuridiche Euro 230,00;

Lettera C: Euro 15,00;

Lettera D: diversi importi in base al fatturato;

Lettera E: nel Regolamento e nel Decreto per il contributo di vigilanza gli iscritti alla lettera E non risultano menzionati e quindi nulla devono a tal fine.

Con provvedimento n. 112 del 5.10.2021 l’IVASS ha stabilito che per il pagamento debba essere utilizzato questo sito: https://web1.unimaticaspa.it/unipay/startPayment.jsp?tenant=ivass e che il pagamento debba avvenire entro il giorno 5.11.2021.

L’IVASS, come sempre, non ha neppure ritenuto di informarci ma invierà una PEC a ciascun iscritto chiedendo il pagamento del balzello che sebbene di importo ridotto rispetto al passato resta un costo rilevante a carico dei lavoratori già tassati ogni mese dell’anno.

accoglimento ricorso al TAR presentato dal Sindacato Nazionale Agenti contro il provvedimento n. 97/2020 dell’IVASS.

Con immenso piacere apprendiamo dallo SNA che il loro ricorso contro il provvedimento IVASS n. 97/2020 è stato accolto tramite sentenza del TAR del Lazio n. 7549/2021.

Le disposizioni annullate sono il comma 4 bis introdotto nell'art. 42 del Regolamento n.40/2018, che imponeva agli intermediari di comunicare alle imprese mandanti i rapporti di collaborazione instaurati con altri intermediari.

È stato poi abrogato l'art. 4 comma 18 del provvedimento Ivass 97/2020 che stabiliva l'obbligo degli intermediari di pubblicare o affiggere nei propri uffici, oppure pubblicare sul sito internet, l'elenco delle imprese con le quali l'intermediario ha rapporti di affari anche sulla base di collaborazioni orizzontali.

E’ stato infine abrogato l'art.4 comma 20 del provvedimento 97/2020, in virtù del quale i distributori assicurativi dovevano dare evidenza scritta in un'apposita attestazione della circostanza che il prodotto assicurativo risultava coerente con le richieste e le esigenze dei contraenti.

Allo stato non è ancora chiaro l’effetto della sentenza che è valida dal 23.6.2021 sulla normativa in quanto oltre ad un possibile ricorso al Consiglio di Stato da parte di IVASS è da studiare l’effetto pratico delle modifiche.

Torneremo quindi in argomento quanto prima con maggiori e più dettagliate informazioni ma ci sentiamo di formulare pubblici ringraziamenti allo SNA per il meritevole lavoro svolto.

 

Presentazione dei risultati dell'indagine su conoscenze e comportamenti assicurativi degli italiani

L'indagine su conoscenze e comportamenti assicurativi degli italiani mostrata dall'IVASS nel corso della riunione del 20.5.2021 è scaricabile q questo indirizzo: https://www.ivass.it/consumatori/conoscenza-assicurativa/indagine_su_conoscenze_comportamenti_assicurativi_degli_italiani.pdf. Dalla ricerca emerge che oltre il 60% degli intervistati afferma di non aver stipulato una polizza per scarsa fiducia nella imprese di assicurazioni. Va detto che la ricerca non aveva alcuna domanda riferita alla fiducia dei cittadini nel servizio Giustizia e quindi la scarsa fiducia potrebbe anche essere motivata dalla difficoltà di far valere le proprie ragioni nei confronti delle Imprese di Assicurazioni ben più organizzate e dotate di mezzi economici atti ad avere una forte difesa in sede giudiziaria e dove un sistema giudiziario lento e costoso gioca un ruolo fondamentale. Molti affermano che il costo della polizza ha scoraggiato la stipula della stessa.

l fatto fondamentale che emerge da questa ricerca è che il 75% degli intervistati ha stipulato le proprie polizze di assicurazione tramite intermediari assicurativi. Il ruolo quindi degli intermediari, osteggiati in ogni modo nel nostro Paese, invece è molto apprezzato dal pubblico che ripone fiducia nell'intermediario sia per la stipula del contratto che per l'assistenza in caso di sinistro. Inoltre, molto significativo è il fatto che oltre il 50% degli intervistati seguirebbe il proprio intermediario qualora lo stesso cambiasse compagnia.

Corso di formazione RUI 30 ore gratuito per gli associati

Il Consiglio Direttivo nell’ultima riunione ha deliberato di finanziare al 100% un corso di 30 ore per ogni Associato in forza alla data odierna.

Il corso, somministrato dalla società Ifoap Formazione & Information Technology Srl di Roma si svolgerà online in modo libero ed individuale da ciascun partecipate e dovrà essere tassativamente completato entro il 31.12.2021. Alla fine del corso, in caso di superamento del test di verifica verrà rilasciato l’attestato valido ai fini formazione obbligatoria IVASS 2021.

I soci sono pregati di indicare via email alla segreteria (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ) il nome, cognome, codice fiscale, indirizzo email e numero di telefono del partecipante da loro designato (uno per ciascun Associato) entro il giorno 16.7.2021.

Oltre al corso gratuito per ogni associato, si potranno acquistare ulteriori corsi a pagamento a prezzo agevolato facendo richiesta all’Associazione.

Il link ai contenuti del corso sono indicati qui: https://ifoaplms.com/corsi/rui/aggiornamento-30-orerui-edizione-2021/

Si raccomanda ai soci interessati di non iscriversi direttamente sul sito ma di inviare la richiesta alla segreteria per poter beneficiare del corso con costo interamente a carico dell’Associazione.

Ci auguriamo che questa iniziativa incontri il Suo interesse e gradimento ed in cambio chiediamo solo di rispondere con cortese urgenza per una migliore organizzazione del servizio.

Indagine su Conoscenze e Comportamento Assicurativo degli Italiani

L´IVASS procederà alla  Presentazione il 14 maggio 2021 dei risultati dell´indagine su "Conoscenze e comportamento assicurativo degli italiani"condotta in collaborazione con l´Università degli Studi di Milano-Bicocca e Doxa.  

Il   progetto, finanziato con i fondi messi a disposizione dal MISE e  in linea con le finalità del Comitato EDUFIN, è il primo in campo assicurativo e si propone di colmare l´assenza anche a livello internazionale di un sistema di misurazione sia del livello di conoscenze e competenze assicurative della popolazione sia, in prospettiva, dei risultati della strategia volta a rafforzarle.  

All´evento, rivolto ai rappresentanti di istituzioni, associazioni di categoria, consumatori e mondo  accademico, sarà aperto dal Presidente IVASS dr. Luigi Federico Signorini e concluso dalla Prof.ssa Anna Maria Lusardi, Direttore  del Comitato EDUFIN.  

Assointermediari parteciperà con un proprio delegato e fornirà relazione ai soci dopo l'avento.